lunedì 31 ottobre 2016

Perchè i controllori ci stanno avvelenando – Parte 2 – L’aria

Perchè i controllori ci stanno avvelenando – Parte 2 – L’aria
Riportiamo un’interessante articolo tratto dal sito degli amici di Hack The Matrix 
Sono dati allarmanti quelli riportati dall’OMS, 12,6 milioni di morti annuali per la contaminazione dell’aria.
I ‘teorici della cospirazione’ sono stati vendicati. La notizia è del 16 febbraio, il senato statunitense informa che le chemtrails sono reali e ci stanno ammazzando!

Il Dr. Marvin Herndon, dottore in Chimica Nucleare e geochimico, pubblica uno studio in cui spiega in dettaglio che ‘l’umanità viene avvelenata con alluminio attraverso la geoingegneria’, questo avviene il 16 marzo 2016.

Vi abbiamo proposto qualche settimana fa un estratto del documentario di Gregg Prescott, ‘Perchèi controllori ci stanno avvelenando?’ e si parlava dell’acqua. Oggi vi proponiamo un secondo estratto, dove Gregg Prescott (www.in5d.com) ci parla dell’aria: 
“Con l’aumento della frequenza di malattie respiratorie, dobbiamo farci domande sulla qualità dell’aria che respiriamo.
Per esempio, la prevalenza dell’asma negli Stati Uniti è aumentata più del 75% dal 1980.
L’istituto dell’Ambiente e della Sostenibilità dell’Università UCLA, ha dichiarato che l’esposizione ambientale può causare la nascita prematura di bambini sottopeso e con difetti congeniti.
E’ molto probabile che questi bebè muoiano durante l’infanzia, e quelli che sopravvivono, presentino un alto rischio di problemi cerebrali, respiratori e digestivi nei primi anni di vita.
Inoltre gli effetti a lungo termine includono il rischio di malattie cardiache e diabete in età adulta.
Mentre continua ad accumularsi la contaminazione radioattiva in tutto l’ambiente, a causa degli incidenti nucleari come Fukushima, la risposta del governo statunitense non è cercare di mitigare questa minaccia alla salute pubblica, bensì aumentare ufficialmente i massimi livelli di esposizione permessi e, essenzialmente, ridefinire la quantità di radiazioni che si considera sicura.

Fino ad ora, abbiamo trattato i problemi comuni della contaminazione dell’aria, però cosa succede con le chemtrails?
La contaminazione, la tossicità e l’avvelenamento da alluminio sono stati collegati alla demenza, però quando questo si combina con i vaccini o gli oligo-elementi, come il fluoro, può essere ancora più pericoloso.
Dane Wigington ha dichiarato che molte persone stanno sperimentando sintomi simili a quelli dell’influenza come starnuti, fischi respiratori, pizzicore agli occhi, muco e tosse, che si attribuiscono alle chemtrails.
Wigington ha affermato che ci deve essere per forza una connessione.
Stanno cadendo enormi quantità di metalli su di noi. Prima non c’erano!
Wigington è arrivato a dire che ‘sappiamo che il governo conosceva gli effetti nocivi della geo-ingegneria’.

Ora è comunemente risaputo, però continuano ad irrorare lo stesso.
Come minimo, si può concludere che le enormi ripercussioni sulla salute della vita, sulla terra, o sono una conseguenza accettata o ancora peggio, un obiettivo voluto.
Sappiamo che non abbiamo identificato soltanto metalli (alluminio, bario e stronzio), ma c’è un energia tossica tra questi metalli ed altri a cui siamo esposti, come il mercurio nei vaccini.
Esistono studi che indicano che se si combina l’alluminio con il mercurio in condizioni idonee, la tossicità può aumentare del 10.000%.
Quando si combinano, diventano molto più nocivi.
Per tutti quelli che sono nati dopo il 1990, le chemtrails sono qualcosa che vedono quasi tutti i giorni nella loro vita, però posso assicurarvi che questo non è normale.
Purtroppo, le chemtrails appaiono negli annunci pubblicitari di riviste o programmi televisivi come un modo di normalizzare qualcosa che non è normale. 

Per esempio, nell’anno 2000, un alto dirigente di una compagnia aerea statunitense, rivelò che il suo ufficio fu visitato da due uomini di un’agenzia governativa non identificata e, citò testualmente: ‘Ci dissero che il Governo avrebbe pagato la nostra compagnia aerea ed altre ancora, perché erogassimo sostanze chimiche speciali da aerei commerciali.

Quando gli abbiamo chiesto di quali sostanze chimiche si trattava e perché avremmo fumigato, ci dissero che questa informazione si forniva solo se era necessario e che noi non avevamo l’autorizzazione.
Ci fece firmare un documento di confidenzialità che dichiarava, in sostanza, che se raccontavamo a qualcuno quello che sapevamo saremmo andati in prigione’.
Quindi, qual è lo scopo di avvelenare la nostra aria?
Il principale obiettivo è letteralmente il lento assassinio dell’umanità
 attraverso il debilitamento del sistema immunitario.
In secondo luogo, le malattie si possono propagare attraverso le nanoparticelle che transitano nel sangue quando respiriamo.
Concretamente, la malattia di Morgellons è aumentata drasticamente da quando sono iniziate le chemtrails, e prima era una malattia sconosciuta.
Senza dubbio non si tratta di una coincidenza.
Un sistema immunitario debilitato risponde alla necessità delle grandi compagnie farmaceutiche di produrre nuovi vaccini e medicine, per alleviare qualcosa che fu pianificato dall’inizio, con l’obiettivo di eliminare selettivamente l’umanità.
Tutto si riduce alla cupidigia, al denaro e all’eugenetica.
Così, si sta fumigando tutti quanti, e questo, per caso, non include anche coloro che hanno dato l’ordine di fumigare?
Si, però attraverso costose trasfusioni di sangue, quelli che sono al potere credono di poter eliminare queste tossine periodicamente, mentre si accumulano nel resto di noi.
Similmente alla fluorizzazione dell’acqua, medicare forzatamente la popolazione attraverso le chemtrails, senza il nostro voto nè il nostro consenso, è un crimine contro l’umanità.
Se rimaniamo zitti, stiamo essenzialmente permettendo che la nostra aria, l’acqua e la somministrazione degli alimenti siano contaminati e avvelenati.”
Le chemtrails impediscono il nostro risveglio?
E’ curioso che sia sorto il fenomeno delle chemtrails proprio quando si sta producendo un risveglio nella popolazione..
Quale sarebbe il maggior pericolo che potrebbero temere coloro che controllano il pianeta?
Sicuramente la risposta è che la maggior parte della popolazione si risvegli e identifichi coloro che si sottomettono e schiavizzano.
a cura di Sergio T. – HTM
http://compressamente.blogspot.it/2016/10/perche-i-controllori-ci-stanno.html

MUOS: joint venture fra CIA e Cosa Nostra


MUOS: joint venture fra CIA e Cosa Nostra

Di Stefano Zecchinelli
La Procura di Gela ha notificato, il 23 agosto 2016, 129 avvisi di conclusione indagini per altrettanti attivisti No Muos. L’accusa è di invasione di base militare. Sì terrà quindi un maxi processo no muos con 129 imputati. Numeri da record che nemmeno le organizzazioni mafiose del territorio possono vantare 1.

Sì, avete letto bene, nemmeno la mafia siciliana può vantare Maxi Processi di questo calibro e le recenti inchieste giornalistiche non lasciano spazio al dubbio:Cosa Nostra sta partecipando all’ ‘’affare MUOS’’, un bell’affare per l’imperialismo statunitense, per le organizzazioni malavitose ed una classe politica di origine democristiana corrotta e dedita tanto ai santini quanto alle mazzette sporche di sangue. Il giornalista Antonio Mazzeo ci ha spiegato come il boss Giancarlo Giugno, uno il cui nome compare nell’istruttoria sui telefonini usati per la Strage di Capaci, abbia assunto il pieno controllo dei lavori per l’ampliamento della postazione militare statunitense. La cosca di Niscemi ha mobilitato una intera casta imprenditoriale affiliata alla banda criminale di Giugno: ‘’A Niscemi sono in tanti ad augurarsi che il pregiudicato apra uno squarcio sulle oscure vicende legate all’assegnazione dei subappalti per i lavori all’interno della stazione NRTF o alla fornitura di beni e servizi alle forze armate statunitense in questi ultimi vent’anni. Alle opere del MUOS, in qualità di subappaltatrice, ha partecipato ad esempio la “Calcestruzzi Piazza S.r.l.”, società sotto osservazione degli inquirenti per presunte contiguità criminali. L’azienda si è aggiudicata la movimentazione terra, la fornitura di cemento e la costruzione dei basamenti per le maxi antenne. A riferirlo per primo, il giornalista Giovanni Tizian in un articolo pubblicato il 2 novembre 2011 su l’Espresso. «La Calcestruzzi Piazza S.r.l. è riconducibile all’imprenditore Vincenzo Piazza, persona associata al boss Giancarlo Giugno», scrisse Tizian. Nel 2009Piazza aveva però trasferito la carica di amministratore unico dell’azienda alla moglie Concetta Valenti’’1.

Gli Usa stanno potenziando una loro base militare (il MUOS, come vedremo fra poco, è molto più di una semplice base) in piena violazione del diritto internazionale; l’aiuto di Cosa Nostra si è rivelato decisivo per la CIA, ugualmente necessaria è la letterale prostituzione di una intera classe politica post-democristiana. Il popolo siciliano è stato letteralmente preso in ostaggio. 

Domanda: Totò Riina sarà il Pubblico Ministero che presenterà gli atti d’accusa contro gli attivisti No MUOS ?
Che cos’è il MUOS ?
Il MUOS (Mobile User Objective System) è il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari che dovrà assicurare agli Usa una più rapida circolazione di informazioni rendendo maggiormente efficiente il collegamento della rete militare, finalizzato all’utilizzo dei cacciabombardieri, delle armi chimiche e batteriologiche e dei droni. Questo significa più aggressioni imperialistiche – come quella alla Libia – ed aumenterà il rischio di guerre, massacri e nuovi crimini neocoloniali.

Mazzeo ci fornisce dei dati tecnici sulla natura del MUOS‘’Il terminale MUOS di Niscemi sarà costituito da tre grandi antenne paraboliche del diametro di 18,4 metri per le trasmissioni verso i satelliti geostazionari con frequenze che raggiungeranno i 31 GHz e da due trasmettitori di 149 metri d’altezza per il posizionamento geografico con frequenze tra i 240 e i 315 MHz’’ 3. Gli effetti saranno devastanti perché un mixer di onde elettromagnetiche penetreranno la ionosfera con potenziali effetti devastanti per l’ambiente e la salute dell’uomo.

Il Politecnico di Torino, grazie agli accademici Massimo Zucchetti e Massimo Coraddu ha sbugiardato i politicanti siciliani che, sotto il duplice ricatto CIA/Cosa Nostra, si ostinano a dire ‘’il MUOS non ha nessun impatto ambientale e non reca danni alla salute degli abitanti del posto’’. Il cinismo di scuola democristiana – e la Chiesa avvalla? – è sempre esemplare. Leggiamo le conclusioni di questi due ricercatori: Con la realizzazione delle nuove antenne si verificherà un incremento medio dell’intensità del campo in prossimità delle abitazioni più vicine pari a qualche volt per metro rispetto al livello esistente”, scrivono i due ricercatori. 
“C’è poi il rischio di effetti acuti legati all’esposizione diretta al fascio emesso dalle parabole MUOS in seguito a malfunzionamento o a un errore di puntamento. 

I danni alle persone accidentalmente esposte a distanze inferiori ai 20 Km saranno gravi e permanenti, con conseguente necrosi dei tessuti” ( Antonio Mazzeo, Il MUOS di Niscemi, un’arma ambientale, 11 aprile 2013 ).

Il MUOS è una sperimentazione con enormi conseguenze giuridiche, ecomiche ed etiche come conferma la parlamentare svedese Maj Britt Theorin che, al Parlamento europeo, ha chiesto la chiusura dei lavori illegali. Autorevoli voci, dal generale Fabio Mini all’economista Michel Chossudovsky, includono questa ennesima ‘’macchina della morte’’ all’interno del Progetto HAARP. I piani degli Usa sono globali, la Sicilia e l’Italia diventano mere pedine, del resto Chossudovsky ce ne dà conferma: ‘’La manipolazione climatica diverrà parte della sicurezza interna e internazionale e sarà sfruttata in maniera unilaterale… Sarà usata a scopi difensivi e offensivi e anche come deterrente. La capacità di generare precipitazioni, nebbia e temporali  e di modificare il clima, … e la creazione di un clima artificiale, fanno parte di quelle tecnologie integrate che possono far aumentare la capacità statunitense, o diminuire quella degli avversari, di ottenere conoscenza, ricchezza e potere globale. (US Air Force, neretto aggiunto. Air University of the US Air Force, AF 2025 Final Report, http://www.au.af.mil/au/2025/ neretto aggiunto)’’ 4.

L’alleanza imperialismo Usa – Cosa Nostra, alleanza di vecchia data, mira ad aumentare il controllo ed il monitoraggio delle opposizioni sociali da parte della super-potenza statunitense sul territorio italiano. Gli Usa utilizzeranno la Sicilia come portaerei per le proprie aggressioni imperialisticheCosa Nostra avrà il monopolio del narcotraffico – magari come socia in affari di Daesh – su tutto il bacino del Mediterraneo. Domanda: Cosa Nostra verrà coinvolta nel Progetto HAARP del neocolonialismo Usa 5? I neoconservatori hanno l’intenzione di utilizzare la mafia siciliana nella vendita di armi chimiche e batteriologiche a Daesh ed Al Qaeda?

Chi ha istruito il processo contro i 129 attivisti anti-militaristi? La magistratura italiana oppure direttamente Totò Riina?. Roberto Saviano, ‘’scrittore antimafia’’ ed ammiratore della politica estera Usa, vuole provare a darci una risposta? Saviano, per decenni, ha diffuso ‘’notizie bufala’’,  non accorgendosi o fingendo di non accorgersi della collusione camorra/NATO e mafia/NATO. In questo momento, credo che la sua situazione sia alquanto imbarazzante.
1.http://www.accentonews.it/attualita/item/7047-129-attivisti-no-muos-sotto-accusa-per-le-proteste-contro-le-antenne-satellitari-statunitensi
2.http://antoniomazzeoblog.blogspot.it/2013/11/niscemi-la-mafia-e-il-muos.html
3.http://antoniomazzeoblog.blogspot.it/2013/04/il-muos-di-niscemi-unarma-ambientale.html
4. http://www.mariadinazareth.it/Rubrica%20Pianeta%20Terra/controllo%20climatico.htm

5. La guerra ambientale è in atto - Intervento di Antonio Mazzeo(video)

FONTE 

http://compressamente.blogspot.it/2016/10/muos-joint-venture-fra-cia-e-cosa-nostra.html

Politica: macchina dell’illusione e del controllo.



Politica: macchina dell’illusione e del controllo.
A “pelle” non ho mai amato la politica, ho sempre avuto un forte sentore di imbroglio, di impostura, di menefreghismo verso la gente e di grandi interessi personali.
L’ultima frontiera dell’illusione è quella di farci credere di poter risolvere i problemi creati dalla politica o dalla stessa celati, con la politica stessa, è assurdo!Di fatto però ci hanno portato a credere che sia fattibile, ma quel che è peggio e che in realtà non ci hanno fornito alternative ad essa, ma sarà vero?

Non mi intendo di politica, ma non sono “cieco”, è indiscutibile il teatrino che fanno tutti i politici, nessuno escluso: distraggono con bei discorsi, intrisi di coinvolgimento e celate mistificazioni, zeppi di soluzioni importanti a problemi futili contornati da parole eclatanti e suadenti, ma le cose serie, quelle veramente serie quando si affrontano?

Continuamente sento che vogliono tagliare le spese alla politica, vogliono tagliare gli stipendi alla politica, vogliono dare un contentino ai più poveri, vogliono proporre questo o quell’altro stratagemma che guarda caso tiene incollati mentalmente gli elettori verso un miglioramento pressoché nullo della vita del singolo cittadino.
Insomma a me poco importa se il politico di turno prende 5 mila o 2 mila €, poco importa se ce ne sono 300 o 150, se hanno la scorta o meno, a me povero cittadino importano in realtà altre cose, tutte cose promesse ma finora mai mantenute.
Al povero cittadino schiavo come me basterebbe avere un degno lavoro che mi consenta di vivere dignitosamente e una reale tutela della mia salute e sicurezza sotto ogni aspetto, poi pian piano si potrebbe pensare a tutte le altre questioni che non vanno, tutte praticamente.

Ora, partendo dalle cose molto semplici, ditemi la politica fino ad oggi cosa ha dato al suo elettore, al suo cittadino sostenitore? Lo ha fatto vivere meglio realmente con un degno reddito e tutelando la sua incolumità(salute e sicurezza) o lo ha costantemente e continuamente vilipeso, illuso, ingannato e distratto?

Ma queste erano le problematiche spicciole, ma volendo andare più sul sodo mi chiedo quale politico ha lottato per l’immediata risoluzione degli ormai intollerabili problematiche a livello locale e globale come:
·       la geoingegneria e la manipolazione climatica;
·       la sovranità monetaria;
·      la salute, quella vera.

O ancora:
·       la totale assistenza sanitaria;
·       il lavoro per tutti;
·       delle norme valide per tutti;
·       l’abolizione delle missioni di pace(cioè guerre);
·       l’incentivazione delle economie locali invece di quelle globali.

Ora che io sappia non mi risulta che qualche volenteroso politico stia lottando tenacemente per ottenere dei cambiamenti sullo status quo di nessuna delle citate problematiche, poi volendo se ne possono aggiungere molte altre. Pare invece che le prime tre vengono evitate come la peste per le altre invece le false promesse si susseguono giorno per giorno. Quei pochi che ci hanno provato sono stati messi alla sbarra, ignorati o son dovuti andar via.

Insomma in sintesi nessuno sta facendo assolutamente nulla per un reale e davvero utile cambiamento in ogni direzione per l’essere umano di questo e di altri paesi,tutti fanno la stessa parte nel teatrino politico tergiversando su problemi a dir poco secondari e distraendo il popolo da quelli veri ed attuali, quindi che ci stanno a fare?
Quel che è più grave è che la gente gli va ancora incontro. E parlo di elogiare quei nuovi politici, giovani ed emergenti, che hanno tanta voglia di fare che però dati alla mano forniscono soluzioni e lottano solo per delle semplici quisquilie che non migliorano la vita a nessuno.

Sento spesso parlare che Renzi viene denigrato e insultato quando va in molte città e non posso che concordare, ma nessuno si accorge che è solo un capro espiatorio?Si dovrebbero trattare allo stesso modo anche i moderni idoli politici per quello che di fatto non stanno facendo, non elogiarli per quelle cretinate che spacciano per utili o addirittura essenziali al paese.
Le problematiche veramente serie sono altre e chi vorrà il mio rispetto dovrà dimostrare di fare qualcosa di veramente utile per il popolo, per la mia vita presente e futura; non me ne frega nulla se si abbassa lo stipendio o altro, se si dimezzano i senatori, chi farà le leggi, mi interessa un cambiamento reale non una presa per i fondelli.

Ci vogliono far credere che la politica è l’unico strumento democratico(?) con cui risolvere i problemi, ma non è così, non deve esserlo, se così fosse siamo già morti, non è uno strumento per il popolo ma contro di esso e come al solito ci fanno credere il contrario.

La politica è il più astuto inganno. La politica è la macchina dell’ingiustizia, è la macchina dell’illusione e del controllo, è la sottrazione, diabolicamente pianificata, del potere del popolo, è il braccio del cattivo padrone e si sta rendendo sempre più indipendente dal popolo sino a quando ne farà a meno in maniera ancora più spudorata!
E’ lo strumento con cui mi tengono saldamente attaccato a questa misera realtà impendendomi di vedere oltre, perché c’è molto oltre, ma il gregge non deve neanche sospettare che ci sia dell’altro.
Vogliamo ancora continuare a sostenere un politico qualsiasi, pur consci che non sta facendo ne farà assolutamente niente di realmente concreto?
Quei banali programmi che stanno portando avanti sono raggiri mentali, distrazioni e procrastinazioni all’infinito dei veri problemi dell’umanità attraverso la soluzione di questioni da nulla.

Ricordo ancora quando nacque un famoso Movimento con un programmone da paura e allora mi venne la curiosità di darci un’occhiata e indovinate un po’? Nessun problema vero da affrontare tra quelli dichiarati in pompa magna come la panacea di tutti i mali, nessuno; in una ventina di punti presentati c’era il nulla, assolutamente nulla di tangibile per il cambiamento che ritenevo sensato, ma non potevo certo aspettarmi altro.

Che dite è arrivato il momento di mandarli tutti via? Di metterci un contadino al loro posto che senza alcuna istruzione e competenza farà molto di più e meglio di tanti in doppio petto e cravatta?

Che dite sarà il momento di far vedere che abbiamo capito l’inganno e che nessuno di loro merita neanche di parlarci?
E se proprio vogliamo tenerceli possiamo pretendere che seguano i reali interessi dei cittadini, prima informando e poi agendo, costi quel che costi?

Possiamo manifestarlo con serietà, con pacatezza e determinazione che è ora di cambiare tutto e tutto insieme non a mozzichi e bocconi per via di questa o di quella legge creata ad hoc per ostacolare il cambiamento e il buon vivere?
So già come andrà a finire perché conosco l’uomo medio e le sue speranze che in quanto tali non gli consentono di agire, in attesa che qualcuno faccia qualcosa per lui, in fondo è stato plagiato così fin dalla nascita…

Siamo schiavi perché ci crediamo liberi, perché non riusciamo a cambiare noi stessi, perché forse non vogliamo veramente liberarci, perché non sappiamo ribellarci, perché non vogliamo rischiare nulla di quel nulla che crediamo di avere e forse perché a molti piace questa condizione di continua prostrazione da cui ormai sono dipendenti. Almeno evitiamo di lamentarci e di giudicare chi non la pensa allo stesso modo, seguiamo il nostro sentire senza combattere un altro povero.

Non mi occupo di politica perché di politica non se ne dovrebbe occupare nessuno, semplicemente la politica dovrebbe sparire per poter far risorgere la vita, quella voglia di esistere e di vivere bene che la macchina del controllo ci sta sottraendo giorno dopo giorno.

Marcello Salas

http://compressamente.blogspot.it/2016/10/politica-macchina-dellillusione-e-del.html

giovedì 27 ottobre 2016

La guerra dell'ONU alla libertà di pensiero, di parola, di opinione online ed ai diritti umani in tutto il mondo.



"I dittatori del club"

L'ONU Sul terreno di Guerra:  Stop alla libertà di parola e "all'estremismo" Online
Questo articolo è stato scritto da Alex Newman e originariamente pubblicato su The New American 
Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite vuole un "quadro" globale per censurare Internet, così come per l'utilizzo della propaganda di governo e "misurare" ciò che i suoi burocrati chiamano la "propaganda on-line", "ideologie di odio" e "terrorismo digitale." A tal fine, questa settimana, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha ordinato al "Comitato contro il terrorismo" delle Nazioni Unite - sì, è una vera e propria burocrazia - a elaborare un piano per il prossimo anno,tutti d'accordo sia da parte dell'amministrazione Obama al brutale regime comunista cinese, sul fatto che era tempo di dare un giro di vite e mettere in linea le Nazioni Unite sulla libertà di parola e di pensiero - il tutto con il pretesto di combattere la fasulla guerra terroristica in modo trasparente.

L'ONU, deriso dai critici americani come i "dittatori del club", ha riferito di collaborare con alcune delle più grandi società di Internet e della tecnologia a livello mondiale. Tra le aziende coinvolte nello schema c'è Microsoft, che, in un discorso davanti al Consiglio di Sicurezza in data 11 maggio, ha chiesto "partenariati pubblici-privati" tra le grandi imprese e il governo per combattere la propaganda on-line. Poiché su questa iniziativa si sono espressi, Google, Microsoft, Yahoo e altri giganti al Top della Tecnologia, tutti hanno pubblicamente abbracciato l'iniziativa delle Nazioni Unite e il suo ordine del giorno per l'umanità. Molti degli oltre 70 relatori, con l'aiuto del "settore privato", hanno anche detto che era passato il tempo di censurare Internet.


Nel corso della riunione delle Nazioni Unite di questa settimana, i 15 membri del Consiglio di Sicurezza, tra cui alcune delle dittature più estreme e violente del pianeta, hanno affermato che volevano fermare l'estremismo e la violenza sulla diffusione che avviene in Internet. In particolare, la pretesa dei governi che volevano far trasparire come loro sforzo era rivolto a gruppi terroristici islamici come l'ISIS e al-Qaeda, entrambi i quali hanno ricevuto il sostegno cruciale dai principali membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per séIl terrorismo non è stato definito. Però, tutti d'accordo, che il terrore non deve essere associato ad una particolare religione, nazionalità, etnia, e così via, anche se almeno una delegazione ha additato il governo israeliano.

Nella sua "dichiarazione presidenziale" dopo la seduta, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha affermato che "il terrorismo" potrebbe essere sconfitto solo con il "diritto internazionale" e attraverso la collaborazione tra le Nazioni Unite e governi regionali emergenti come le varie "unioni" ed essere imposto all'Europa, Africa, Eurasia, America del Sud, e non solo. "Il Consiglio di Sicurezza sottolinea che il terrorismo può essere sconfitto solo da un approccio sostenibile e globale che coinvolga la partecipazione attiva e la collaborazione di tutti gli Stati, le organizzazioni internazionali e regionali, ... coerenti con la strategia antiterrorismo globale delle Nazioni Unite", questo è quello che è stato detto: Naturalmente, le Nazioni Unite attualmente non hanno ancora una definizione del terrorismo, ma è in fase di ricoprire ampi e nuovi poteri con il pretesto di combattere questa nemesi indefinita. 
Tuttavia, le Nazioni Unite, nella sua
 guerra in corso contro la libertà di parola e dei diritti umani reali di tutto il mondoha offerto alcuni suggerimenti nella sua forte agenda. Secondo i funzionari delle Nazioni Unite, il piano per regolare la parola in Internet andrà ad integrarne un'altra, la relativa trama delle Nazioni Unite nota formalmente come il "Piano di azione per prevenire l'estremismo violento." Come il New American ha segnalato l'anno scorso, il piano prevede una guerra globale contro le "ideologie". In quella crociata includeranno, tra gli altri componenti, gli sforzi planetari a debellare tutti i "bigottismi gli antimusulmani," sentimenti anti-immigrati, e molto altro ancora, questo è quanto Obama ha spiegato all'Onu. Nel mirino ci sono anche i cosiddetti "estremismi non violenti", non solo, ma nel nel mirino delle Nazioni Unite, c'è anche in generale la libertà di parola. 
Non è stato chiarificato di come una guerra guidata delle Nazioni Unite sul "bigottismo e antimusulmano" si sia fermata al'ISIS. Il selvaggio gruppo terroristico, che 
secondo i più alti funzionari degli Stati Uniti è stato creato e finanziato dagli anti-ISIS in coalizione con Obamaè servito come la giustificazione fondamentale per il piano delle Nazioni Unite. Tuttavia, sulla base delle linee rilasciate finora sul sistema delle Nazioni Unite riguardo all'estremismo, è chiaro che da parte delle Nazioni Unite non ci saranno seri sforzi per affrontare e limitare il crescente estremismo o l'estremismo violento da parte dei suoi molti membri i regimi, in gran parte autocratici. Al contrario, il piano "dell'estremismo" servirà come pretesto per imporre una vasta gamma di politiche realmente estremiste a livello nazionale, regionale e internazionale.

Apparentemente l'assurdità totalitaria dei commenti è ignara, alti funzionari delle Nazioni Unite hanno chiesto garanzie contro le "punizioni eccessive" brandite contro chi esprime le proprie opinioni su Internet. "La protezione dei media liberi può essere una difesa contro le narrazioni terroristiche," UN segretario generale Jan Eliasson al Consiglio di Sicurezza durante l'incontro di questa settimana in un meraviglioso esempio di doppio linguaggio
 ha detto"Non ci deve essere alcuna punizione arbitraria o eccessiva nei confronti delle persone che semplicemente esprimono le loro opinioni." Non erano molto chiare le specifiche sulle pene riguardanti la libertà di parola, che potrebbero essere considerate non eccessive.Ma negli Stati Uniti, nonostante le Nazioni Unite sostengano i pseudo "diritti umani", richiede la censura, così ogni e qualsiasi "punizione" per aver espresso le proprie opinioni che sono severamente vietate.


Separatamente, la dittatura comunista cinese, che ora domina varie burocrazie delle Nazioni Unitecon entusiasmo abbraccia gli sforzi delle Nazioni Unite. Parlando a nome del brutale regime, Liu Jieyi, rappresentante permanente di Pechino alle Nazioni Unite, ha detto che le istituzioni che promuovono "ideologie estremiste" necessariamente dovranno essere "chiuse". A quanto pare non si riferiva alla "ideologia estremista" del Partito comunista cinese o al suo brutale regime, che ha ucciso più esseri umani innocenti di ogni altro nella storiasolo Pechino ha ucciso più di 60 milioni di persone, senza comprendere quelli macellati in aborti forzati. Altri governi comunisti alleati con Pechino ne hanno ucciso decine di milioni in più, solo nel secolo scorso.

Mentre le Nazioni Unite hanno un ruolo importante da svolgere, anche i governi hanno bisogno di dare una mano a censurare Internet e abolire la libertà di parola, il regime comunista ha detto: "Gli Stati devono chiudere alcune reti di social e media", Liu ha proseguito, chiedendo alle Nazioni Unite e ai suoi membri di "tagliare i canali per la diffusione delle ideologie terroristiche." Ha anche sollecitato
 decreti terroristici adottati di recente da Pechino per colpire Internet  pretendendo l'autorizzazione e il dispiegamento di esecutori armati della dittatura comunista in tutto il mondoCome in precedenza il The New American ha documentato nel discorso delle Nazioni Unite, la dittatura cinese avrà un ruolo importante nella crociata dell'anti-libertà. In realtà, attualmente il regime ha i suoi agenti incorporati all'interno dell'Onue anche nella parte superiore dell'agenzia delle Nazioni Unite dove i globalisti stanno lavorando per potenziare e come regolare la rete globale di InternetI globalisti sostengono la censura e tutto quello che può essere letto, ascoltato e visto con gli occhi.

Anche se la Cina comunista e gli altri membri sono apertamente dittatoriali all'interno delle Nazioni Unite, nonostante abbiano avallato la censura e la regolamentazione per fermare le ideologie e la "propaganda", a loro non piace: l'
amministrazione Obamal'Unione Europea, e alcuni dei suoi ex sovrani degli Stati membri, invece di propagandare l'agenda governativa per contrastare la propaganda estremista. Tuttavia, parlando per l'Unione europea, Alain Le Roy ha implementato e anche celebrato i propri sforzi per un inspiegabile super-Stato per censurare Internet, come qualcosa da emulare. L'anno scorso, questa rivista ha segnalato la sedicente forza di polizia della UE, Europol, che si è anche lanciata in un unitario totalitarismo volto a censurare i contenuti "estremisti" su Internet. Il portavoce UE ha sottolineato, tra gli altri schemi in corso, gli sforzi della UE per rimuovere da Internet il "materiale di propaganda", così come la rimozione di altri sforzi propagandistici dell'Unione europea che "diffondono messaggi alternativi."
Il rappresentante della brutale dittatura della Siria, Bashar Hafiz al-Asad, (...) ha tenuto duro fino a rovinare la festa. Egli ha sottolineato che più membri delle Nazioni Unite avevano usato combattenti terroristi e mercenari nel loro intento di distruggere la Siria. E ha ragione. Infatti, fin dal 2012, documenti dell'Agenzia US Defense Intelligence mostrano che l'amministrazione Obama sapeva che i "ribelli siriani moderati" che sosteneva erano guidati da al-Qaeda e la Fratellanza MusulmanaL'amministrazione e i suoi alleati stavano anche lavorando per creare quello che hanno descritto come un "principato salafita in Siria orientale" - oggi il principato è conosciuto come lo Stato Islamico, o ISIS - al fine di destabilizzare il regime di Asad. Anche alti funzionari degli Stati Uniti hanno apertamente ammesso che la coalizione "anti-ISIS" di Obama è stata responsabile della creazione, inserimento, e il finanziamento dell'ISISChe ruolo di "propaganda" potrebbe aver giocato Internet e in che, sul caso, questo non è stato chiarito nel corso della riunione delle Nazioni Unite.

In Libia, 
si è verificata una situazione simileL'amministrazione Obama, con il pretesto illegittimo di far rispettare una risoluzione delle Nazioni Unite, ha apertamente collaborato con i leader auto-dichiarati di al-Qaeda per rovesciare l'ex alleato degli Stati Uniti del terrore della guerra e brutale dittatore Muammar Gheddafi. Il Congresso non è mai stato consultato, la guerra che ha fatto Obama è illegale e incostituzionale, oltre al grave reato di fornire aiuto alle organizzazioni terroristiche designate. Oggi, grazie anche all'estremismo, la Libia è uno Stato fallito inondato di pesanti armamenti militari e formazione di campi del terrore. Gran parte degli aiuti forniti dall'amministrazione Obama sono finiti in mano a gruppi terroristici in Libia e successivamente trasferiti a sostenere gruppi terroristici in Siria dopo la caduta del regime di Gheddafi.

A parte i governi di dittatori e burocrati internazionali, la Big Technology è stata anche rappresentata alla riunione delle Nazioni Unite. Il vicepresidente di Microsoft e Deputy General Counsel Steve Corona, ha detto che per i rappresentanti dei governi tiranni che non c'è "proiettile d'argento" che impedisca ai terroristi ed estremisti di utilizzare Internet. "Se ci fosse una soluzione fattibile, l'industria l'avrebbe adottata", aggiungendo e affermando,  che Google, Facebook, Twitter collaborano insieme per evitare gli abusi di Internet. Facebook si è pronunciato
esponendosi proprio questa settimana per censurare i media conservatori nella sezione notizie "trend"E, all'inizio di quest'anno, Google ha fatto altrettanto peraiutare il governo degli Stati Uniti a guidare e fomentare la rivoluzione jihadista in Siria.
Riprendendo la retorica delle Nazioni Unite, Corona ha sostenuto "il diritto internazionale" e in stile fascista il "partenariato pubblico-privato", in cui i governi e le grandi imprese uniscono le forze, sostenendo che il diritto internazionale è la risposta appropriata. Egli ha anche detto che la "comunità internazionale", (un termine ingannevole generalmente usato per riferirsi alle Nazioni Unite e dei suoi membri di governi), è necessario per "lavorare insieme in modo coordinato e trasparente." Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nella sua dichiarazione finale ha convenuto dicendo che ci dovrebbero essere "modi più efficaci per i governi a collaborare con ... partner privati ​​del settore." Questa, non si può dire che sia una nuova agenda.

Come in precedenza, il The New American ha riportato i giganti della tecnologia -
che sono tutti rappresentati regolarmente ai vertici deglobalisti Bilderberg - sono anche emersi entusiasti sostenitori della radicale "Agenda 2030" delle Nazioni Unite. Secondo l'accordo, l'obiettivo è "trasformare il nostro mondo, nella "ridistribuzione della ricchezza a livello internazionale, abilitando le istituzioni della globale governance, e altro ancora. Tra le orgogliose mega-società che appoggiano il regime dei tre principali motori di ricerca di tutto il mondo ci sono: Google, Bing di Microsoft, e Yahoo. Non è stato immediatamente chiaro se il supporto profondamente controverso per l'agenda di queste società delle Nazioni Unite potrebbero influenzare la presunta imparzialità dei loro risultati di ricerca. Ma i critici del piano delle Nazioni Unite hanno comunque espresso allarme.

Naturalmente, una manciata non di più di 70 persone che hanno parlato al Confab Consiglio di Sicurezza si sono espressi a parole sulla "libertà di parola" e la "libertà di pensiero". La delegazione del governo iracheno, per esempio, ha sottolineato la differenziazione tra "libertà di pensiero e quella sull'estremismo ideologico". Altri hanno detto che la guerra all'estremismo non poteva essere utilizzata per giustificare, perseguitare e criticare i governi. Alcuni dei presenti che hanno parlato, senza dubbio, avevano anche buone intenzioni

Tuttavia, incaricare l'ONU a combattere l'estremismo e le pericolose ideologie, sarebbe come mettere un boss mafioso a capo della lotta alla criminalità - è palesemente assurdo, se non anche grottesco. La maggior parte dei regimi, sono membri delle Nazioni Unite, sono antidemocratici, questo per essere generosi, e molti di loro sono guidati da psicopatici genocidi che uccidono impunementeTra gli altri paesi membri dell'ONU, ci sono quelli schiavizzano come la Corea del Nord, Zimbabwe, Cuba, il Sudan, la Cina, e molti altri che sono gestiti da criminali e assassini di massa che incarnano il terrorismo e l'estremismo violento. Inoltre, praticamente oggi, tutti i gruppi del terrore sulla terra hanno le loro radici dentro lo stesso stato che li sponsorizza,
 tra cui ISIS e al-Qaeda. 
La vera soluzione al terrore, poi, non è né una ONU più forte, né una guerra globale alle ideologie estremiste o altre soluzioni analoghe. Responsabilizzare le Nazioni Unite per condurre una guerra globale sulle idee, le ideologie, la propaganda, e lo stesso discorso, è essa stessa una proposta estremista crivellata di
 estremi pericoli. Di fondo, una risposta molto più semplice per il flagello del terrorismo sarebbe quello che l'ONU, arrestasse i gruppi terroristici che vengono supportati, smettendo di supportare i dittatori e terroristi con i soldi dei contribuentiTutto il resto è una frode pericolosa.
Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da 
http://compressamente.blogspot.it/2016/05/la-guerra-dellonu-alla-liberta-di.html

La “nuova agenda universale” per l’umanità dell’ONU



Quando mai i governi hanno dato dimostrazione di interesse verso i rispettivi popoli? Quando mai ne hanno tenuto a cuore il benessere? Quando mai hanno veramente ripudiato le guerre e agito in pace e per la pace?
Non è mai successo, o almeno non che io ricordi, visto e considerato che i governi non sono stati instituiti per il “favore” dei popoli, ma per ad esclusivo utilizzo dei controllori che occultandosi all’ombra dei essi hanno sempre ed in ogni modo “calpestato” i propri cittadini.

Considerate tali evidenze lampanti anche ai più ottusi sostenitori di un sistema deleterio chiamato società, appare quanto mai sospetto che i governi, le Nazioni Unite, abbiamo sostenuto con sentita partecipazione un piano globale per l’umanità.

Se ciò non dovesse bastare a favore di questa “nuova agenda universale” per l’umanità è accorso niente popò dimeno che il papa in persona e allora forse sarà la volta buona che i governi vogliano veramente giungere ad un accordo per una vita migliore?
Sarebbe vero solo se il papa facesse sul serio gli interessi delle sue “pecorelle” e purtroppo anche in questo frangente gli obbiettivi reali non sono affatto buoni, anzi addirittura peggiori di quelli che i governi hanno serbato per i propri popoli sino ad oggi.

Ciò posto il quadro appare quindi completo, ci sono tutti, o quasi, i “buoni” e il piano per l’umanità, come tutte le altre loro iniziative altro non è che un inganno.

Come ogni inganno che si rispetti gli obbiettivi dichiarati sono tutt’altro rispetto a quelli che verranno realmente perseguiti, solo stando molto attenti si può leggere tra le righe i reali obbiettivi, cioè quelli dell’”agenda 2030” rivisitati in chiave umanitaria, tanto per darla a bere al solito popolo che ancora una volta sta lì a sperare in una vita migliore, facendo il gioco dei governi fantocci.

Ecco la nuova agenda universale per l’umanità per come è stata presentata e la sua traduzione nei fatti che saranno in pratica attuati; direttamente dal sitoAntimassoneria
Marcello Salas
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
 
I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030. I falsi profeti e il mondo dello spettacolo in sostegno del Nuovo Ordine Mondiale


Avete sentito parlare di “obiettivi globali “? Se non ne avete sentito parlare, certamente ne sentirete parlare molto nei prossimi giorni. Il 25 settembre, le Nazioni Unite hanno lanciato una serie di 17 obiettivi ambiziosi che si prevede di poter raggiungere nel corso dei prossimi 15 anni.

Un nuovo sito web per promuovere questo piano è stato stabilito, e si può trovare cliccando qui.


Il nome ufficiale di questo nuovo piano è “l’Agenda 2030”, ma le èlite hanno deciso che avevano bisogno di qualcosa di orecchiabile per promuovere queste idee alla popolazione in generale.

Le Nazioni Unite hanno dichiarato che questi nuovi “obiettivi globali” rappresentano una “nuova agenda universale” per l’umanità. Praticamente ogni nazione del pianeta ha volontariamente firmato per questo nuovo programma, a cui si dovrà attenere obtorto collo.

Alcune delle più grandi star in tutto il mondo sono state assunte per promuovere “gli obiettivi globali”. Basta controllare il video di YouTube (clicca per vedere il video)

Questo è il genere di cose che ci si aspetta da un culto religioso mondialista…

Se si vive a New York City probabilmente si è consapevoli del “Global Citizen Festival” che si è tenuto a Central Park sabato scorso alla presenza di alcuni dei più grandi nomi nel settore della musica impegnati a promuovere questi nuovi “obiettivi globali”. Di seguito vediamo come il New York Daily News d ha descritto la riunione …
“E ‘stata una festa con uno scopo. Una festa piena di vip e un appello appassionato a porre fine alla povertà hanno scosso il Great Lawn di Central Park. Più di 60.000 fan si sono riuniti sabato per la quarta edizione del Global Citizen Festival.

Nell’evento filantropico, in coincidenza con l’incontro annuale dei leader mondiali in occasione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, si sono esibiti da Beyoncé, Pearl Jam, Ed Sheeran e Coldplay”.
E non era solo l’industria del divertimento che stava promuovendo il nuovo piano delle Nazioni Unite per un mondo unito. Papa Francesco si è recato a New York per leggere il discorso che ha dato il via alla conferenza in cui è stato presentata questa nuova agenda ….

Papa Francesco ha dato il suo appoggio alla nuova agenda per lo sviluppo in un discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni affinchè i grandi del globo adottassero il piano di 17 punti, definendolo “un segno importante di speranza” in un momento molto travagliato in Medio Oriente e Africa.

Quando il primo ministro danese Lars Rasmussen ha colpito il suo martelletto per approvare la road map di sviluppo, i leader e diplomatici provenienti dai 193 Stati membri dell’ONU si sono alzati in piedi e hanno applaudito fragorosamente.
Poi, il vertice si rivolse immediatamente al vero e proprio business della riunione di tre giorni – l’attuazione degli obiettivi, che dovrebbe dai 3,5 trilioni ai 5 trilioni di dollari ogni anno (fino al 2030).
Wow.

Okay, allora dove saranno le migliaia di miliardi di dollari che sono necessari per attuare questi nuovi “obiettivi globali”
Permettetemi di darvi un suggerimento – non verranno dalle nazioni povere.

Quando si leggono questi “obiettivi globali”, molti di loro sono abbastanza buoni. Dopo tutto, chi non vorrebbe “porre fine alla fame”?
So che mi piacerebbe “porre fine alla fame” se potessi.

La chiave è quella di guardare dietro le parole e capire che cosa realmente viene detto. E ciò che realmente stanno dicendo è che le élite vogliono rafforzare il loro sogno di un sistema unipolare e senza barriere.

L’elenco che segue viene da Truthstream Media, e penso che faccia un ottimo lavoro traducendo questi nuovi “obiettivi globali” in lingua che tutti possiamo capire …

Obiettivo 1: porre fine alla povertà in tutte le sue forme in tutto il mondo
Traduzione: Banche centrali, FMI, Banca Mondiale, potere della Fed di controllare tutte le finanze, valuta di un mondo digitale in una società senza contanti

Obiettivo 2: fine della fame, raggiungere la sicurezza alimentare e il miglioramento della nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile
Traduzione: OGM

Obiettivo 3: Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età
Traduzione: la vaccinazione di massa, il Codex Alimentarius

Obiettivo 4: Garantire un’istruzione di qualità inclusivo ed equo e promuovere le opportunità di apprendimento permanente per tutti
Traduzione: la propaganda delle Nazioni Unite, il lavaggio del cervello attraverso l’istruzione obbligatoria dalla culla alla tomba

Obiettivo 5: raggiungere la parità di genere e l’empowerment tutte le donne e le ragazze
Traduzione: Il controllo della popolazione attraverso la forzata “pianificazione familiare”

Obiettivo 6: Garantire la disponibilità e la gestione sostenibile delle acque e di servizi igienico-sanitari per tutti
Traduzione: Privatizzare tutte le fonti d’acqua, non dimenticare di aggiungere fluoro

Obiettivo 7: Assicurare l’accesso a energia a prezzi accessibili, affidabile, sostenibile e moderna per tutti
Traduzione: Smart grid con contatori intelligenti su tutto, prezzi al massimo

Obiettivo 8: Promuovere la crescita sostenuta, inclusiva e sostenibile economica, l’occupazione piena e produttiva e il lavoro dignitoso per tutti
Traduzione: TPP, zone di libero scambio che favoriscono gli interessi delle megacorporate

Obiettivo 9: Costruire infrastrutture resilienti, promuovere l’industrializzazione inclusiva e sostenibile e promuovere l’innovazione
Traduzione: strade a pedaggio, buttare fuori il trasporto pubblico, rimuovere vincoli ambientali

Obiettivo 10: ridurre le disuguaglianze all’interno e fra i paesi
Traduzione: Più burocrazia governativa inutile, unificazione delle religioni in un’unica religione globale

Obiettivo 11: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivo, sicuri, flessibili e sostenibili
Traduzione: Stato di sorveglianza e Grande Fratello globale (microschip obbligatorio clicca qui)

Obiettivo 12: Garantire consumo produzione sostenibili
Traduzione: Austerity forzata

Obiettivo 13: Prendere misure urgenti per combattere il cambiamento climatico (inesistente surriscaldamento globale N.D.A clicca qui)e le sue conseguenze*
Traduzione: Nuove tasse di dubbia utilità (ad es. tasse sull’impronta ecologica)

Obiettivo 14: Conservare e sostenibile utilizzare gli oceani, i mari e le risorse marine per lo sviluppo sostenibile
Traduzione: restrizioni ambientali, controllare tutti gli oceani, tra cui i diritti minerari dei fondali oceanici

Obiettivo 15: proteggere, restaurare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, in modo sostenibile gestire le foreste, la lotta alla desertificazione, e bloccare o invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità
Traduzione: più vincoli ambientali, più risorse di controllo e diritti minerari

Obiettivo 16: promuovere società pacifiche e inclusive per lo sviluppo sostenibile, fornire l’accesso alla giustizia per tutti e costruire istituzioni efficaci, responsabili e inclusive a tutti i livelli
Traduzione: le missioni delle Nazioni Unite di “peacekeeping” (ex 1, ex 2), la Corte Internazionale (cieca) di Giustizia, costringere la gente ad emigrare attraverso crisi di rifugiati false e poi cercare la soluzione con più “peacekeeping delle Nazioni Unite”quando la tensione scoppia, rimuovere il secondo emendamento in USA

Obiettivo 17: rafforzare le modalità di attuazione e rivitalizzare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile
Traduzione: Rimuovere la sovranità nazionale in tutto il mondo, favorire la promozione del globalismo, ingrassare la burocrazia orwelliana delle Nazioni Unite

Se avete dei dubbi su tutto questo, è possibile trovare il documento ufficiale per questa nuova agenda delle Nazioni Unite cliccando qui..Quanto più si scava nei dettagli, più ci si rende conto di quanto siano insidiosi questi “obiettivi globali”.

Le élite vogliono un governo mondiale, un sistema economico-mondo e una religione mondiale. Ma non hanno intenzione di realizzare queste cose con la conquista. Piuttosto, vogliono che tutti firmino questi impegni pacificamente, usano il soft power.

Gli “obiettivi globali” sono un modello per un mondo unito. Per molti, l’“utopia” suona abbastanza promettente. Ma per quelli che sanno in che situazione siamo, il presente invito a un “mondo unito” è molto, molto agghiacciante.


*Michael Snyder*

ARTICOLI CORRELATI


http://compressamente.blogspot.it/2016/10/la-nuova-agenda-universale-per-lumanita.html#more