domenica 30 marzo 2014

LA MINACCIA DI NAPOLITANO: “DALL’EUROPA NON SI TORNA INDIETRO”

 "La Costruzione europaea ha ormai fondamenta Talmente profonde il Che SI E Creata Una compenetrazione di tra le Nostre Società, le Nostre Istituzioni, I Nostri Cittadini EI Giovani dei Nostri paesi, e nulla, nulla, puo farci Tornare indietro".
Giorgio Napolitano a Strasburgo

KISSINGER IL CRIMINALE CHE DECRETO' L'OMICIDIO DI MORO E SOSTENNE LA DITTATURA ARGENTINA, INCONTRA NAPOLITANO



di Gianni Lannes

KISSINGER HENRY, UN IMPUNITO CRIMINALE DI LIVELLO MONDIALE, MACCHIATOSI DI STRAGI UMANE IN DIVERSI CONTINENTI, HA SOSTENUTO LA DITTATURA ARGENTINA, HA APPOGGIATO IL GOLPE IN CILE AI DANNI DEL PRESIDENTE ALLENDE ELETTO DEMOCRATICAMENTE, HA DECRETATO L'ELIMINAZIONE DI ALDO MORO CHE AVEVA GIA' MINACCIATO DI MORTE, E INFINE, PIU' RECENTEMENTE E' STATO RICEVUTO IN ITALIA, COME SE NIENTE FOSSE, ANZI AMABILMENTE, DA NAPOLITANO, PARTECIPANDO AD UN CONVEGNO DELL'ASPEN INSTITUTE (DA CUI PROVENGONO MONTI & LETTA)! PER NON DIRE DI ROCKEFELLER, BILDERBERG (ORGANIZZAZIONE TERRORISTICA A CUI SONO AFFILIATI NUMEROSI POLITICANTI E PENNIVENDOLI NOSTRANI) E TANTO ALTRO ANCORA... BEN OLTRE L'INDEGNITA' MORALE.

 La Guerra sporca in Argentina, chiamata dalla giunta militare Processo di Riorganizzazione Nazionale (Proceso de Reorganización Nacional), fu attuata in contemporanea con l'Operazione Condor. Tra il 1976 e il 1983 più di 30.000 persone furono assassinate dalle forze armate e dai carnefici della dittatura. Mister Giorgio Napolitano chieda al suo amico Kissinger quanti italiani furono assassinati in tal modo.

 
 Argentina: foto desaparecidos







Napolitano G. & Kissinger H.


 Kissinger H. & Rockefeller D.

 Aspen Institute Italia (finanziato da David Rockefeller): Kissinger, Napolitano, Tremonti, Elkann...

Documentazione segreta USA:
  
 

fonte http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/03/kissinger.html#more

VENTO DI PRIMAVERA!


foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


di Gianni Lannes

La bellezza di madre Natura senza parole, accompagnata dal suono della pioggia!

 foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)



  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
fonte http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

Il tracollo dell'euro-atlantismo



Obama cerca di isolare la Russia e promette a Ucraina e UE il gas che non gli abbonda
Il tentativo degli occidentali (statunitensi ed europei) di isolare la Russia determinerà un boomerang, ossia alla fine a rimetterci saranno europei e statunitensi.
I media ufficiali dell’occidente stanno buttando fumo nell’occhio alla propria opinione pubblica parlando dell’aereo malese scomparso e di una Unione Europea che cerca fonti energetiche alternative al gas russo, ovviamente inesistenti! Quale paese potrebbe mai fornire il gas che potrebbe venire a mancare dalla Russia?
Obama che alza la voce, tuonando sanzioni contro la Russia, in realtà da un lato sta cercando di impedire una più stretta alleanza tra Cina e Russia e quindi pensa ad isolare internazionalmente i due paesi. L’incontro del G7 ha proprio la finalità di tentare di isolare la Russia e l’incontro trilaterale di Obama con Sud Corea e Giappone è per accerchiare la Cina. Infine l’incontro con i rappresentanti dei paesi arabi (Emirati Arabi e Arabia Saudita) è per tentare di frenare l’alleanza di questi con la Cina e dissuadere l’abbandono del dollaro.

La missione di Obama, però appare ardua. Sul fronte europeo, anche se tutti sono fedeli alleati degli USA, alla fine la Germania farà prevalere i propri interessi, che necessariamente passano per una “amicizia” con Russia e finiranno per riconoscere la situazione creatasi, ossia finiranno per riconoscere la riunificazione della Crimea con Russia. Non è un caso che proprio oggi, alla vigilia del vertice del G7, Der Spiegel pubblica un sondaggio di opinione in cui la maggioranza dei tedeschi accetta la riunificazione di Crimea con Russia.

Quindi per Obama tutto sarà vano per la semplice ragione che alla fine prevarranno gli interessi personali. Ne’ Europa, ne’ USA potranno impedire l’alleanza tra Cina e Russia; inoltre l’Arabia sa bene che la Cina rappresenta il futuro ed un socio commerciale sempre più importante per cui volente o nolente dovrà accettare l’abbandono del dollaro negli scambi col gigante cinese.

Gli USA, malgrado il loro immenso potere militare, con la crescente perdita del potere economico e l’impossibilità di continuare a trovare paesi disponibili a finanziare il proprio debito pubblico perderanno sempre più importanza a livello mondiale ed in Medio Oriente.
In definitiva il tracollo del valore del dollaro è vicino. In questi ultimi anni, la Cina ha avvertito spesso gli USA di cambiare politica economica, ma gli USA hanno fatto finta di non sentire. Fino ad ora la Cina, il principale creditore degli USA, aveva cercato di tenere su il valore del dollaro proprio perché avendo una enorme quantità di dollari, un suo forte deprezzamento avrebbe significato forti perdite anche per lei.

Adesso però ha decisamente cambiato politica: ha cominciato a vendere i titoli del debito pubblico USA (vedasi “La crisi irreversibile degli Stati Uniti”), ha utilizzato le montagne di dollari in suo possesso per investimenti in America Latina ed Africa, sta fortificando le relazioni con la Russia e si sta avvicinando sempre più all’Arabia Saudita, principale riserva di petrolio del Golfo e seconda riserva mondiale dopo il Venezuela.

Con la caduta del valore del dollaro, ci sarà l’inevitabile tracollo economico degli USA e in definitiva anche il tracollo degli europei, la cui unione (Unione Europea) comincia a traballare. La crisi economica in atto non solo potrebbe accelerare la disgregazione dell’Unione Europea e la fine dell’Euro, ma potrebbe accelerare anche la disgregazione di molti singoli Stati.”

Da Verso la fine del predominio del dollaro e la morte dell’occidente, di Attilio Folliero.

http://selvasorg.blogspot.it/2014/03/il-tracollo-delleuro-atlantismo.html

#usa #imperialismo #atlantismo

Straordinaria scoperta in Bosnia: una fascio di energia fuoriesce dalla "Piramide del sole"


Un team di fisici ha rilevato un fascio di energia che fuoriesce dalla parte superiore della piramide bosniaca denominata "Piramide del sole"L'antica struttura è situata nei pressi di Sarajevo e fa parte di un complesso collinare naturale di aspetto piramidale che si suppone sia di costruzione umana risalente addirittura a 12.000 anni fa. Sono cinque le strutture principali, conosciute come: la Piramide del Sole; della Luna; della Terra; del Dragone; e dell'Amore. Il raggio del fascio è di circa 4,5 metri con una frequenza di 28 kHz. Il flusso energetico è continuo e la sua forza cresce man mano ci si sposta verso l'alto, allontanandosi dalla parte superiore della piramide. 
Dagli esperimenti compiuti, pare proprio che un'antica civiltà a noi sconosciuta, abbia voluto realizzare queste imponenti opere al fine di utilizzarle come una sorta di "macchina energetica"con tutta probabilità, al pari delle piramidi esistenti in altri punti del globo. Quelle bosniache sono le prime piramidi scoperte in Europa. Il sito comprende la struttura a piramide più grande del mondo: la Piramide del Sole, con la sua altezza di oltre 220 metri, risulta essere più imponente della Grande Piramide d'Egitto (147 metri). La Piramide bosniaca del Sole ha, secondo l'Istituto Geodetico, l'orientamento più preciso verso il nord cosmico con l'errore di 0 gradi, 0 minuti e 12 secondi. Un'esattezza incredibile, se dovesse trattarsi puramente di una casualità del tutto naturale. La Piramide del Sole è completamente coperta da blocchi di cemento rettangolari. Le proprietà del calcestruzzo utilizzato, di estrema durezza e basso assorbimento d'acqua, sono, secondo le istituzioni scientifiche di Bosnia, Italia e Francia, di gran lunga superiore a quelle dei materiali in uso oggigiorno.

Le piramidi del sito sono coperte dal terreno. La datazione al radiocarbonio della terrazza pavimentata sulla Piramide della Luna, effettuata dai fisici dell'Istituto di Tecnologia della Slesia a Gliwice (Polonia), ha confermato che la struttura è stata costruita 10.350 anni fa (+ / - 50 anni). Ora si tratta di trovare la conferma che le piramidi bosniache siano anche le più antiche piramidi conosciute del pianeta. Sotto la "Valle bosniaca delle Piramidi" c'è un ampio tunnel della metropolitana. Nel labirinto sotterraneo, nel 2010, sono state scoperte tre camere e un piccolo lago blu. Inoltre un rilevamento elettromagnetico mostra che il livello di ionizzazione è 43 volte superiore alla concentrazione media all'esterno, il che rende i sotterranei pressoché una "camera di guarigione", un luogo ideale per il ringiovanimento del corpo e la rigenerazione.